Consigli

Idee per ristrutturare

Detrazioni Fiscali: tutto quello che c’è da sapere sull’Ecobonus 2018

Detrazioni Fiscali: tutto quello che c’è da sapere sull’Ecobonus 2018

Questo articolo fa riferimento alla normativa 2018. Scopri tutto sull’Ecobonus e sulle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni nel 2019!

Con la Legge di Bilancio 2018 è stata resa ufficiale la proroga dello sconto fiscale per chi affronta operazioni di riqualificazione energetica. L’Ecobonus è una delle agevolazioni più importanti dedicate a chi effettua lavori in casa; il bonus Irpef consiste infatti in una detrazione fiscale dal 50 al 65% dell’importo delle spese sostenute!

Con la proroga delle leggi relative al 2017, sono tuttavia state introdotte novità in merito all’importo dello sconto per alcune tipologie di spese ammesse.
Vediamo insieme da vicino in cosa consiste dunque l’agevolazione!

ecobonus-2018-detrazione

L’ECOBONUS consiste in una detrazione dall’IRPEF o dall’IRES per chi effettua interventi di riqualificazione in grado di migliorare la prestazione energetica degli edifici o aumentarne il livello di efficienza. Tale detrazione è ripartita in dieci quote annuali uguali, a partire dall’anno in cui è sostenuta la spesa. Possono approfittarne sia i privati che i contribuenti titolari di impresa (e detentori di Partita IVA) che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile.

La detrazione è del 50% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2018 per:

  • acquisto e posa in opera di finestre con infissi
  • acquisto e posa in opera di schermature solari;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto
  • acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili (fino ad un valore di 30.000 euro per la detrazione)

 

La detrazione è del 65% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2018 per:

  • interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A (e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti classi V, VI o VIII), con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, con impianti dotati di caldaie a condensazione (e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione) o con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia, con un limite massimo della detrazione pari a 30.000 euro.
  • acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100.000 euro, a condizione che gli interventi producano un risparmio di energia primaria pari almeno al 20%
  • gli interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria, con un limite massimo della detrazione pari a 30.000 euro
  • acquisto, installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative
  • interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, che ottengono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale inferiore di almeno il 20% rispetto ai valori riportati in un’apposita tabella. Il valore massimo della detrazione è pari a 100.000 euro
  • interventi su edifici/parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi (dal 1° gennaio 2018 per tale intervento l’agevolazione non spetta più nella misura del 65%, bensì del 50%) ,fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro.
  • installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Il valore massimo della detrazione è di 60.000 euro.
    Interventi condominiali

Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 la detrazione sale al 70% in relazione agli interventi sull’involucro con un’incidenza superiore al 25% della superficie dell’edificio. In caso di miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva la detrazione arriva al 75%.

In caso di maggiori informazioni e per conoscere l’iter utile per richiedere suddetta detrazione, vi invitiamo a rivolgervi all’Architetto che sta seguendo la vostra ristrutturazione o contattarci ad info@facileristrutturare.it .

Fonte: Agenzia delle Entrate – www.agenziaentrate.gov.it

Pubblicato il 27 Marzo 2018