Consigli

Idee per ristrutturare

Come organizzare una cameretta per lo studio

Come organizzare una cameretta per lo studio

Con la metà di settembre arriva il fatidico momento del rientro a scuola, capace di sconvolgere la quotidianità di grandi e piccini. Se anche voi avete problemi nel far finire i compiti a casa ai vostri figli potete approfittare di questa guida su come organizzare una cameretta perché diventi un efficiente spazio di studio. Già, un “cambio di palcoscenico” potrebbe essere quello che ci vuole per limitare le distrazioni: uno spazio organizzato è il primo passo per aumentare la concentrazione e far sì che i compiti a casa non diventino ogni volta una tragedia!

Come organizzare la cameretta per studiare

Quando pensiamo ad una cameretta che, oltre che spazio ricreativo, debba anche essere un proficuo luogo per studiare, dobbiamo necessariamente tenere conto di alcuni elementi:

Colore delle pareti

Il colore delle pareti può sembrare una scelta banale ma non abbiamo bisogno che uno psicologo ci indichi quanto questo fattore possa influenzare la serenità e la concentrazione dei nostri figli. Non lasciamoci quindi condizionare troppo dai loro desideri che ci porterebbero verso colori bizzarri o troppo accesi ma privilegiamo tinte pastello. Vogliamo aggiungere un tocco di particolarità che ci ricordi che è pur sempre la camera di un bambino? Possiamo sperimentare alcune pareti di colore diverso o addirittura delle pitture murali con disegni o scritte… ma che almeno non siano quelle di fronte alla scrivania!

Arredamento: scrivania e sedia

È importante che la scrivania, luogo privilegiato per lo svolgimento dei compiti, sia semplice e non eccessivamente grande: non vogliamo che si riempa di ogni sorta di giocattolo e soprammobile! Fondamentale è che sia fornita di cassetti o altre soluzioni dove riporre quello che non è strettamente necessario al compito attuale. Ben venga la calcolatrice durante gli esercizi di matematica ma se l’occhio cade sulla scatola dei colori… la distrazione è assicurata! Altro dettaglio da non trascurare è la sedia: confortevole, della giusta altezza. Anche qui privilegiamo l’essenzialità: una poltrona con rotelle potrebbe essere presa come un invito a scorrazzare in lungo e in largo per la camera.

Illuminazione: faretti e lampade

Poche cose concentrano il nostro sguardo e la nostra attenzione verso un punto specifico come una lampada o un faretto mirato. Non accontentiamoci quindi del lampadario o di una lampadina per il comodino: la scrivania dei compiti merita la sua illuminazione! Luce calda, della giusta intensità per non affaticare lo sguardo e raggio di illuminazione non troppo elevato… che l’occhio non caschi sui giocattoli lasciati poco più in là. Da considerare sempre anche la luce naturale della finestra: l’ideale sarebbe che la luce entrasse dal lato sinistro della scrivania per illuminare alla perfezione il quaderno.

Organizzazione degli spazi

Qui le possibilità sono infinite ma il nostro consiglio è sempre quello: mantenere pulito e ordinato lo spazio della cameretta, in misura ancora maggiore se si tratta del luogo di studio dei vostri bambini. Ben vengano cestini, cassapanche, scaffali e cassetti sotto il letto dove riporre i giocattoli quando non vengono utilizzati: tutti vogliamo che la camera dei bimbi sia un luogo felice di gioco e divertimento ma è altrettanto importante definire chiaramente il “momento dei compiti a casa” e limitare le possibili distrazioni.

Personalizzare la cameretta

Finora siamo stati piuttosto “duri” nei nostri consigli, anche se a fin di bene. Ma non dimentichiamo che ogni bambino e bambina ha bisogno di sentire la cameretta come uno spazio suo, caratterizzato da ciò che più gli piace e fa parte della sua vita di tutti i giorni. Prendetevi il tempo per scegliere insieme ai vostri figli qualcosa che gli piacerebbe avere in camera: una decorazione, un soprammobile, un dettaglio indiscutibilmente “loro”. Questo li farà sentire importanti e non potrà che accrescere il loro legame con la cameretta. Saranno sicuramente più attenti a mantenerla curata e se dovranno passarci qualche ora in più per finire i compiti… potrebbe pesargli un po’ meno!

 

Vuoi ristrutturare il tuo appartamento? Richiedi subito il tuo preventivo gratuito!

Pubblicato il 15 Settembre 2017