Consigli

Idee per ristrutturare

Tendenze Grès: gli #Atips di Alberto Vanin

Tendenze Grès: gli #Atips di Alberto Vanin

Alcune settimane fa vi avevo parlato di pavimenti promettendo un approfondimento sul grès porcellanato. Quindi, eccoci qui! Questo materiale ha un’infinità di sfumature ma le caratteristiche principali sono le seguenti:
• Tipologia finitura
• Formato (che incide talvolta anche sul trasporto e la movimentazione al piano).

Quali sono i diversi tipi di gres porcellanato?

I pavimenti in grès porcellanato si prestano a molte soluzioni volte a soddisfare le esigenze più disparate. Le tipologie più comuni sono:
• Effetto legno;
• Effetto marmo;
• Effetto cemento o cotto;
• Effetto pietra.

A livello di formati, il grès porcellanato può essere piccolo o grande, a mosaico, con spessore di 20 mm o, nelle maxilastre, anche di soli 3 o 6 mm.

Atips di Alberto Vanin gres porcellanato parquet

Come pulire il grès porcellanato? 

Il grès porcellanato è un materiale idrorepellente e necessita di poca manutenzione, fondamentale per preservarne la qualità e le caratteristiche nel tempo. Innanzitutto bisogna fare una distinzione fra grès porcellanato con superficie ruvida e grès porcellanato con superficie levigata: il primo è quello naturale, chiamato strutturato o lappato opaco. Il grès levigato invece, viene definito lappato lucido. Se è opaco o ruvido, il grès va prima ripulito dalla polvere, che spesso si deposita tra i diversi rilievi che determinano la sua ruvidità. Una volta eliminata la polvere, occorre utilizzare un detergente specifico (tutti i distributori consegnano con il materiale anche una scheda tecnica in cui consigliano i prodotti da utilizzare per la loro pulizia).
Se invece in casa hai il grès porcellanato lucido, occorre prima spolverarlo con un panno in microfibra. Successivamente si può procedere al lavaggio con acqua e detergente delicato specifico per superfici lucide, senza risciacquo. Per il grès porcellanato non è mai indicata la cera, anche nel caso di grès effetto legno, perché si creerebbe uno strato scivoloso.

Per i pavimenti effetto legno, è fondamentale che il posatore effettui una approfondita pulizia, eliminando ogni traccia di stucco, al termine della posa. Le rimanenze di stucco nel tempo si incrostano tra le venature in rilievo del grès effetto legno e difficilmente si eliminano. Se nel tempo il grès presenta macchie o è opaco, potrai ridonare lo splendore originario utilizzando acqua tiepida e un po’ di ammoniaca. Da evitare prodotti abrasivi che invece risultano troppo aggressivi.

gres porcellanato bianco soggiorno

Quali sono i trend per il grès porcellanato?

Il grès porcellanato è sempre più richiesto, sia nelle case di nuova costruzione che nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie. La sempre maggiore attenzione rivolta all’ambiente e alla salvaguardia della natura, ha fortemente condizionato la scelta e i gusti in materia di pavimenti in grès. Infatti i colori naturali (legno, pietra, cemento, ferro, ecc.) sono i più richiesti e sono anche molto in voga nel 2020 (vedi il mio video A-tips sulle cucine in cui questi colori la fanno da padrone).

Un numero sempre più crescente di persone opta per il grès effetto legno, disponibile in varie tonalità che richiamano il legno vero e proprio. I pavimenti effetto legno hanno un effetto caldo e accogliente e la tecnologia odierna ha raggiunto livelli molto elevati e ha permesso di produrre piastrelle in grès effetto legno molto simili al parquet, grazie a colori e dettagli sempre più affini al legno naturale. Questa è una soluzione che io personalmente suggerisco a tutta quella gamma di clienti che vorrebbero il legno ma che preferiscono qualcosa di più pratico magari per la presenza di animali o per case da mettere in affitto. Oltre ai pavimenti effetto legno, il grès viene molto richiesto nelle tonalità naturali. Le più diffuse sono quelle con il colore del cemento o della pietra. La tendenza generale è quella di prediligere i formati di mattonelle molto grandi, che danno un senso di ampiezza e di ordine maggiore, rispetto ai formati più piccoli. Spesso e volentieri si trovano, oltre ai maxiformati che vanno dal 90×90 in su anche una serie di sottomultipli o comunque formati che, nella loro composizione, rientrano nell’ordine del formato originale (es: 30×30, 30×60, ecc..)

gres porcellanato elegante

Perché scegliere il grès porcellanato?

Il grès porcellanato è caratterizzato da molte proprietà, che lo rendono uno dei materiali più desiderati, soprattutto per le pavimentazioni oltre che i classici rivestimenti a parete. Il grès porcellanato è idrorepellente e per questo ha un margine prossimo allo zero di assorbenza dei liquidi. È molto resistente, sia agli urti che ai graffi, sia alle abrasioni che agli agenti atmosferici, sia al fuoco che alle macchie. Inoltre non rilascia sostanze tossiche e non assorbe gli odori. Un’altra caratteristica che rende il grès porcellanato preferibile ad altri materiali, è il costo mediamente più basso rispetto al legno. Il grès porcellanato richiede pochissima manutenzione ed è un materiale ecologico, perché i suoi scarti sono quasi interamente riutilizzati. È, infine, adattabile a tutti i gusti o stili, in quanto disponibile in diversi colori, formati, finiture e spessori.

Pubblicato il 29 Maggio 2020