Consigli

Idee per ristrutturare

Tendenze Bagno: gli #ATIPS di Alberto Vanin

Tendenze Bagno: gli #ATIPS di Alberto Vanin

Negli scorsi anni i bagni hanno subito diverse e radicali trasformazioni soprattutto grazie al diffondersi della casa stile nordico e minimal, che ha influenzato i trend grazie al grande uso dei legni color naturale e l’intramontabile bianco, che se ben dosato (senza scadere nell’impersonale!) rende sempre tutto raffinato e contemporaneo.

L’esigenza di un ambiente ben organizzato e raffinato si sta diffondendo anche nei bagni, dove materiali e personalizzazioni assumono un’importanza prioritaria. Mi piace sempre dire che il bagno deve essere quell’ambiente capace di cambiarti la giornata. Deve infatti essere capace di dare il buongiorno la mattina e, quando si rientra dal lavoro, deve diventare lo spazio filtro dove abbandoniamo i pensieri che ci portiamo dall’esterno, ci rilassiamo e indossiamo una nuova veste per goderci il resto del tempo e la nostra casa.

 

Vediamo nel dettaglio i 5 must che non possono assolutamente mancare nel 2020: semplici consigli e idee per la ristrutturazione del bagno o un cambio di look non invasivo.

1 Illuminazione studiata e intelligente

La luce è l’elemento principe di ogni ambiente e anche in bagno è molto importante. Va studiata, pensata e progettata. Evitiamo il classico lampadario centrale con la semplice lampadina sopra lo specchio: osate e personalizzate l’illuminazione che renderà, ad esempio, un bagno cieco illuminato come un bagno con finestra.

Bagno moderno ed elegante perfetto per una Csa da VIP

Ricordatevi che nella zona lavabo l’illuminazione deve essere diffusa e frontale evitando luci che stiano dietro rispetto alla testa altrimenti si creano coni d’ombra. Preferire sempre un’illuminazione naturale rispetto a quella fredda che altera la percezione. Si all’uso di luce indiretta come cascate su pareti di fondo o sulla zona doccia: nel bagno del 2020 ci dev’essere un uso della luce studiato e differente in base alle varie situazioni.

2 Creare un elemento caratterizzante che catturi l’attenzione

Il bagno è diventata una delle stanze più importanti della casa, quella che riesce a cambiare l’umore e dove ci abbandoniamo al relax: oggigiorno non si parla più di semplice bagno ma di vere e proprie sale da bagno. Creare un elemento protagonista, coma una parete principale o un oggetto che spicchi rispetto agli altri, concentra il punto di vista principale verso questo elemento principe. In genere si predilige creare un focus su una parete come quella del lavabo, della vasca o della doccia, lasciando in secondo piano quella dei sanitari. Spesso si possono usare spot di richiamo tra vari punti del bagno (vedrete cosa ho pensato per uno dei due bagni di Salvatore Esposito!) oppure, come ho fatto nel bagno di Diletta Leotta, creare pareti completamente in gres effetto marmo lucido lasciando il resto dell’ambiente più discreto.

Vasca a libera installazione per l'arredamento minimal del bagno

Anche in bagno è possibile osare con il colore tinteggiando una parete più scura rispetto alle altre o staccando con il colore del rivestimento (vi ricordate l’accostamento azzardato ma ben riuscito nel bagno di Camihawke?).

La parete, in alternativa, può essere messa in risalto con i materiali. Consigliatissimo anche l’uso di wallpaper specifiche per i bagni e gli ambienti umidi.

3 Sfruttare al massimo tutto lo spazio

Regola basilare per i bagni di metratura ridotta. I bagni sono spesso piccoli per superficie calpestabile ma, come per le cucine, ci dimentichiamo di utilizzare l’altezza: soppalchi (magari con chiusure pushpull a filo che verranno dipinte come la parete, come ho fatto a casa di Camilla e Aimone) e giochiamo con gli arredi. Se non troviamo in commercio quelli a tutta altezza, affidiamoci ad armadiature su misura, con inserimenti di elementi a giorno che spezzano l’imponenza dell’arredo stesso offrendo molto spazio per conservare di tutto sfruttando ogni centimetro disponibile.

Il bagno realizzato a casa di Camihawke e Amione da Vanin

 

4 Rivestimenti freschi e giovani

A livello di rivestimenti ormai c’è un po’ di tutto sul mercato. Formati piccolissimi come enormi: se optiamo per il primo possiamo donare un effetto fresco e giovane piastrellando a mezza altezza (se la disposizione del bagno è quella a batteria, cioè tutta su un lato, possiamo anche non piastrellare proprio); se usiamo invece maxi formati il consiglio è arrivare fino a soffitto! Ormai si può spaziare su colori, textures ed effetti: dal marmo al legno, dalle resine ai colorati, lucidi, opachi, lappati, oro: chi più ne ha più ne metta! Inutile dire che la più quotata al momento è la cementina, ma anche gli effetti marmo stanno man mano tornando in auge.

Effetto del rivestimento nel bagno

A livello di colore, non c’è una particolare tendenza che prevale (dopo il trionfo del bianco asettico e dello stile nordico). Il trend semplice prevede l’uso di colori pastello, dei colori della terra oppure di venature neutre e chiare. Anche gli arredi e i mobili bagno si arricchiscono di nuove texture capaci di arredare senza aggiungere molto altro: I like it!

5 Accessori abbinati e sfrontati

Basta con il colore classico dell’acciaio! Osiamo e prendiamo dei pezzi fantasiosi, che arredino, che gridino design! L’importante è creare un filo conduttore tra tutti gli elementi ed accessori: ad esempio, lo specchio può avere il bordo dello stesso colore della rubinetteria, dei profili del box, della placca e perché no anche delle maniglie della porta. Ora non vi dirò cosa ho scelto per Salvatore Esposito (e per casa mia!) ma sarà una scelta che sono sicuro che amerete sia per il colore che per la forma. Sarà impopolare, ma credo che la scelta di rubinetteria nera opaca dia un tocco di raffinatezza infinita!

Abbinamento degli accessori e dei complementi d'arredo in un bagno moderno

Se vuoi cambiare look nel 2020 senza doverlo rifare completamente basta agire sugli elementi che puoi sostituire: specchio, mobile, rubinetterie, sanitari. Se proprio vuoi osare, pensa a resinare sopra le piastrelle esistenti per non effettuare lavori di muratura pesanti. Per il resto, contattami sui social per consigli e idee! @albertovaninarchitetto

Pubblicato il 19 Marzo 2020