Consigli

Idee per ristrutturare

Open Space: spunti e soluzioni per dividere gli spazi di soggiorno e cucina

Open Space: spunti e soluzioni per dividere gli spazi di soggiorno e cucina

Quando all’interno della nostra abitazione abbiamo a che fare con il sempre più richiesto open space, è possibile avvertire il desiderio, da subito o con il passare del tempo, di una separazione tra la zona cucina e l’area living, non solo per una questione di privacy e migliore gestione dello spazio, ma anche per l’isolamento degli odori. Per questo motivo, in questo articolo, vogliamo fornirvi spunti e soluzioni per riorganizzare il vostro soggiorno senza andarne ad intaccare la sua natura di open space!

 

Ristrutturazione appartamento 95mq a Napoli, zona San Sebastiano al Vesuvio. Alfonso vitolo

 

PORTA SCORREVOLE IN VETRO O LEGNO

Iniziamo con la soluzione più gettonata, ovvero l’inserimento di una porta scorrevole (magari in vetro, per lasciar circolare la luce e non ristringere visivamente gli spazi). La porta scorrevole, quando lasciata aperta, permette di lasciare connesse le due zone della casa senza eliminare l’effetto di continuità caratteristico proprio di ogni open space. Basterà dunque spalancare la porta per ottenere spazi aperti e comunicanti e richiuderla quando si avrà necessità di maggiore privacy. Si tratta di una soluzione semplice e allo stesso tempo di design, che elimina il problema alla radice. Attenzione però: non tutte le case sono predisposte per averla: alcune, infatti, dovranno subire un piccolo intervento strutturale (come l’inserimento di un tramezzo, una vetrata fissa o una parete in cartongesso) per far in modo che la porta abbia un supporto a cui legarsi. Ne è un esempio la casa di Camihawke ristrutturata da noi (scopri di più a questo articolo) che pubblichiamo a seguito!

 

 

UNA PARETE FISSA

Una possibilità senza dubbio più drastica ma che, per alcuni, potrebbe rappresentare un buon compromesso. Si tratta di realizzare una parete in cartongesso, magari con una finestra al centro che affaccia sul living, adatta sia in cucine dalla grande metratura che più piccole. Unico consiglio: il living deve rimanere arioso, consigliamo dunque di non inserirla nei monolocali o negli open space dalle dimensioni ridotte. Questa parete può rimanere aperta (con annessa circolazione di odori) o può essere allungata e chiusa con una porta battente e scorrevole (garantendo una divisione totale degli spazi). A voi la scelta in base all’esigenza!

 

Sala da pranzo, Ristrutturazione appartamento a Bari, zona Torre a Mare

 

DIVISORIO VETRATO

Questa opzione è sicuramente quella più accattivante e dal maggiore impatto estetico: stiamo parlando di una parete vetrata, che costituisce una vera e propria separazione tra zona kitchen e living, seppur l’utilizzo di un materiale come il vetro contribuisca a dare una sensazione di continuità tra i due ambienti. Una soluzione contemporanea, luminosa e di carattere, che strizza l’occhio allo stile industrial, ma che si riesce facilmente adattare ad ogni gusto diventando un elemento funzionale e di design all’interno della vostra casa. Qualora aveste bisogno di una parete alla quale appoggiare, per esempio, il divano o il mobile della tv, è possibile realizzarne una divisa a metà, costituita da muro e vetro. Questa soluzione, al contrario della porta scorrevole, isola totalmente gli odori. Unica raccomandazione: deve rimanere costantemente pulita e lucida, altrimenti minerebbe alla bellezza non solo della stessa ma di entrambe le stanze. 

 

PANNELLI DECOR

Un’ulteriore soluzione, sicuramente non definitiva, si basa sull’utilizzo di semplicissimi pannelli decor divisori, magari dal design eclettico e originale, che, pur non rappresentando una vera e propria divisione, contribuiscono alla separazione, quanto meno visiva, degli ambienti interessati. La scelta sul mercato è vastissima e sono diversi i materiali utilizzati, anche ecologici e sostenibili. Tantissime tipologie, esistono anche quelle scorrevoli, dinamiche e funzionali, utili per delimitare gli spazi donando carattere e stile all’ambiente. Questa soluzione ovviamente non delimita gli odori, ma sicuramente vi garantirà maggiore privacy.

 

ARREDI STRATEGICI 

Un ulteriore suggerimento da parte nostra consiste nell’utilizzo di sistemi divisori da utilizzare come “quinte” o divisori, che delimitano gli spazi interessati spesso arrivando a nascondere i grandi elettrodomestici e i vari vani della vostra cucina. Il consiglio è di adottare questo tipo di soluzione se si ha disposizione un’ampia metratura, in maniera tale da non soffocare l’ambiente, ma dargli piuttosto maggiore funzionalità e carattere. Lasciate la parte chiusa della parete attrezzata o del mobile affacciarsi verso il living (e magari, se non è già predisposta con libreria, decoratela con quadri o oggetti illuminanti). La parte invece utilizzabile, rivolgetela verso la cucina, in maniera tale da aumentarne la funzionalità. Questa soluzione non prevede una chiusura definitiva di zona living da cucina, ma sicuramente aiuterà a separare visivamente gli ambienti garantendo una divisione delle funzioni d’uso.

 

 

 

Pubblicato il 13 Novembre 2020