Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Come scegliere la caldaia

La caldaia è uno degli elettrodomestici più importanti delle nostre abitazioni in quanto ha il compito di generare calore che sarà poi distribuito o sotto forma di acqua calda o di aria calda, ad esempio attraverso radiatori e termosifoni.
Per questo motivo scegliere la caldaia giusta è molto importante, in quanto esistono diversi tipi di caldaie che si adattano ad esigenze diverse e a cui corrispondono consumi (e quindi costi) differenti.

Come scegliere la caldaia: i tipi di caldaie

Esistono diversi tipi di caldaie ognuna con le proprie caratteristiche i propri vantaggi e svantaggi.

Caldaie a camera aperta

Le caldaie a camera aperta, anche definite a tiraggio naturale, funzionano traendo l’aria per la combustione del gas direttamente dall’ambiente in cui sono collocate e lo fanno grazie a una piccola apertura che gli conferisce appunto il nome.
Anche i fumi di scarico saranno espulsi nell’ambiente circostante dunque queste caldaie non possono essere installate in casa.

Caldaie a camera stagna

Le caldaie a camera stagna, chiamate anche a tiraggio forzato, sono caratterizzate dal fatto che la fiamma che opera la combustione del gas è isolata dal’ambiente e l’aria per la combustione viene tirata dall’esterno. In questo caso i fumi di scarico saranno espulsi attraverso delle tubature all’esterno dell’ambiente, dunque questa caldaia può essere installata in una casa (anche se è necessaria la presenza di una canna fumaria in grado di convogliare i fumi di scarico al di fuori dell’edificio)

Caldaie a condensazione

Le caldaie a condensazione sono le caldaie pià recenti e pur funzionando attraverso la combustione di gas il calore residuo dei fumi di scarico, qui al contrario delle caldaie tradizionali viene recuperato. I fumi di scarico infatti vengono raffreddati e si trasformano in vapore acqueo che raffreddandosi cede parte del suo calore che viene riutilizzato. Per questo motivo questo tipo di caldaie hanno rendimenti più alti delle tradizionali caldaie grazie al recupero del calore latente.
Ovviamente le caldaie a condensazione possono essere installate in casa.

agevolazione-fiscale-ristrutturazione

Come scegliere la caldaia giusta per ogni esigenza

Le caldaie a camera aperta potranno essere scelte solo se si ha spazio su una superficie all’esterno dell’abitazione, come su un balcone esterno o su una nicchia di una parete esterna. Le caldaie a camera aperta solitamente hanno dei costi più ridotti, tuttavia questo tipo di caldaie sono meno sicure e hann oconsumi pi elevati. Per questo motivo possono essere installate solo per sostituirne una di egual tipo.

Le caldaie a camera stagna possono essere installate in qualsiasi tipo di locale e sono più sicure rispetto a quella a camera aperta in quanto il prelievo e l’espulsione dell’aria avvengono all’esterno. Questo tipo di caldaia quindi è ideale per essere installata all’interno dell’abitazione, anche se esistono particolari tipi di caldaie a camera stagna installabili all’esterno.

Le caldaie a condensazione possono essere anch’esse installate all’interno dell’abitazione, ma in più delle caldaie a camera stagna garantiscono un’efficienza maggiore e forti risparmi di combustibile che vanno dal 20% al 40%.
Tuttavia le caldaie a condensazione hanno un costo più elevato e i risparmi maggiori si registrano quando il riscaldamento è maggiormente usato quindi in casi di abitazione grandi e clima freddo. In casi in cui l’abitazione resta vuota spesso durante il giorno oppure le ore di accensione per rendere le temperature calde sono poche potrebbe essere più conveniente installare una caldaia tradizionale.

Le agevolazioni fiscali per l’installazione di caldaie a condensazione

Pur avendo dei costi più accentuati le caldaie a condensazione ci permettono di avere meno consumi e dunque una migliore efficienza energetica. Per questo motivo è possibile usufruire di agevolazioni fiscali per l’acquisto e l’installazione di caldaie a condensazione:

Detrazione IRPEF del 50% per l’installazione di caldaie a condensazione

Se una caldaia tradizionale è sostituita con una caldaia a condensazione contestualmente a dei lavori di ristrutturazione eseguiti fino al 31 dicembre 2015 è possibile detrarre il 50% della spesa dall’imposta Irpef. Le detrazioni interesseranno i costi di acquisto ed installazione e saranno restituiti in 10 rate annuali di pari importo.

Detrazione fiscale per riqualificazione energetica (ecobonus) per l’installazione di caldaie a condensazione

Se la caldaia a condensazione è installata per la sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale di un edificio esistente e va a sostituire o integrare un impianto già esistente per il raggiungimento di una maggior efficienza energetica si può godere della detrazione del 65% dell’imposta Irpef per la riqualificazione energetica su interventi effettuati fino al 31 dicembre 2015.
Ricordiamo che tale agevolazione non è applicabile su lavori effettuati in fase di costruzione di un immobile.

Pubblicato il 3 marzo 2015
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni