header progetto singolo

News


Riscaldamento a Battiscopa: come funziona e vantaggi

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, torna la necessità per i padroni di casa italiani di interrogarsi sul metodo migliore per riscaldare le proprie abitazioni. In passato ci è già capitato di parlare di come scegliere una caldaia o di come scegliere un impianto di riscaldamento. Nell’articolo di oggi esamineremo invece una tipologia particolarmente innovativa di sistema di riscaldamento radiante: il riscaldamento a battiscopa.

I vantaggi del riscaldamento a battiscopa: risparmio e invisibilità

Come per il riscaldamento a pavimento, il riscaldamento a battiscopa è un sistema radiante in cui il calore viene prodotto da acqua calda o resistenze elettriche all’interno appunto del battiscopa. Il riscaldamento non prevede contatto tra gli scambiatori di calore e avviene essenzialmente per irraggiamento: a differenza però di riscaldamento a pavimento o a parete quello a battiscopa ha l’innegabile vantaggio di non richiedere opere murarie per essere installato.

Il riscaldamento a battiscopa si mimetizza bene sia in edifici da ristrutturare sia in quelli appena costruiti: è la scelta preferita da chi vuole un impianto invisibile senza dover intervenire sulla muratura. Le dimensioni di questo tipo di impianto sono di circa 15 cm in altezza e 3 di larghezza: viene posizionato lungo il perimetro delle stanze, privilegiando le pareti esterne, sostituendo il tradizionale battiscopa. Il calore si distribuisce uniformemente lungo la parete contribuendo a riscaldare sia l’interno della casa che i muri stessi, prevenendo anche gli spiacevoli effetti dell’umidità di risalita.

Fra le caratteristiche positive del riscaldamento a battiscopa troviamo senza dubbio il risparmio energetico: la sua particolare efficienza è offerta dalla ridotta richiesta in termini di acqua (circa 10 litri per 150 mq) all’interno dell’impianto. Questo comporta una grande velocità nel mettersi in temperatura e si adatta al meglio anche ad i sistemi alimentati ad energia solare. Il risparmio può arrivare fino ad un 30% della bolletta!

Riscaldamento a battiscopa con tubature idrauliche

Questo sistema di riscaldamento è composto da due tubi di rame (o altro materiale altamente conduttivo):

  • la mandata contenente acqua calda (tra i 45° e i 60° a seconda della tipologia di caldaia o pompa di calore)
  • il ritorno per l’acqua fredda.

Attorno alle tubazioni ci sono delle lamelle in alluminio o ottone antistatico, separate da qualche millimetro. L’aria fredda che sale dal basso viene riscaldata dai tubi bollenti, diminuisce di densità e tende a sollevarsi passando attraverso la fessura posta sulla parte superiore del battiscopa. La stessa parete, riscaldata per “l’effetto Coanda” diventa a sua volta corpo radiante, contribuendo alla diffusione uniforme del calore.

 

 

Riscaldamento a battiscopa elettrico

Oltre al sistema classico che sfrutta le tubazioni idrauliche, esiste la possibilità di realizzare un riscaldamento a battiscopa elettrico, che sfrutta delle resistenze elettriche sistemate all’interno del battiscopa in un profilo di alluminio. Anche in questo caso è possibile collegare l’impianto a dei pannelli solari ed è un’ottima soluzione per i locali commerciali o per gli edifici in cui non è possibile installare un generatore termico.

In questo caso la temperatura viene gestita con un termostato collegato, con un sistema di radiofrequenza o attraversi i più moderni sistemi di domotica.

Quanto costa il riscaldamento a battiscopa?

Considerati i notevoli vantaggi sotto il punto di vista estetico, della facilità di installazione e del risparmio energetico che comporta, viene da chiedersi il costo della realizzazione di un impianto di riscaldamento a battiscopa. Il prezzo per l’installazione di questo genere di impianto si attesta genericamente sui 150 euro per metro lineare, che comprendono accessori, manodopera e battiscopa di finitura.

Senza dubbio una spesa da considerare, soprattutto se si tratta di un investimento a lungo termine, in cui abbiamo modo di ammortizzare i costi grazie al risparmio in bolletta.

 

Vuoi rifare l’impianto di riscaldamentoristrutturare il tuo appartamento? Richiedi subito il tuo preventivo gratuito!

 

Pubblicato il 03 novembre 2017

Leave a Reply

Commenta per primo

avatar
wpDiscuz
Marella

Devi Ristrutturare Casa?