header progetto singolo

News


Controsoffitto: tra arredamento e… isolamento

Scegliere di realizzare un controsoffitto per la propria abitazione risponde a due diverse esigenze, una a livello di design d’interni e l’altra, fondamentale, per quanto riguarda l’isolamento.

Il controsoffitto come opera d’isolamento

Quando si prende in considerazione la ristrutturazione edile di una casa è infatti importante prevedere la realizzazione di opere di isolamento che contribuiscono ad impedire qualsiasi dispersione verso l’esterno. Un buon isolamento termico ci consente di mantenere costante la temperatura di casa riducendo al minimo l’utilizzo di impianti di riscaldamento o condizionatori… con l’ovvio conseguente risparmio in bolletta e un minore impatto ambientale.

Non dimentichiamo inoltre che una casa che risparmia energia è una casa che viene valutata molto di più rispetto ad una casa che non presenta questo tipo di accortezze: a fronte di un piccolo investimento iniziale potremmo in questo modo assicurarci una sicura plusvalenza, qualora in futuro decidessimo di vendere l’immobile.

Tra le più diffuse opere di ristrutturazione realizzate dalle maggiori ditte edili per venire incontro a questo bisogno possiamo sicuramente annoverare l’installazione di controsoffitti, spesso in combinazione con l’utilizzo di materiali isolanti e tecniche d’isolamento specifiche per le pareti.

Il controsoffitto per gli impianti

Il controsoffitto può, a seconda delle esigenze, svolgere anche un ruolo strutturale importante all’interno di un appartamento. Capita sempre più di frequente che chi desidera risparmiare sulle opere di ristrutturazione, decida di affidarsi ad un controsoffitto per nascondere nuovi impianti idraulici, elettrici o particolari necessità di illuminazione.

I vantaggi sono ovvi: la realizzazione di un controsoffitto è decisamente più economica rispetto alla demolizione di pareti o soffitti ed è spesso una scelta presa in considerazione per quanto riguarda gli appartamenti più piccoli. Diventa necessario in questo caso però accertarsi che l’altezza abitabile dell’appartamento non perda troppi centimetri e che la distribuzione dei controsoffitti tra le varie stanze sia uniforme.

Fondamentale in questo caso scegliere imprese di ristrutturazione affidabili e trasparenti che sappiano aiutarci nella scelta dei materiali e delle soluzioni più adatte alla nostra situazione… imprese come Facile Ristrutturare.

 Il controsoffitto come scelta d’arredamento

Vera e propria scelta di design, sempre più di frequente sponsorizzata dagli architetti d’interni di tutto il mondo, è il controsoffitto. Realizzarne uno è facile, economico e permette di sfruttare il soffitto, su cui normalmente interveniamo poco (se non con un lampadario), come vero e proprio strumento d’arredamento.

Un controsoffitto realizzato ad arte, magari personalizzato ed adattato alle forme estetiche scelte per i mobili della casa, è in grado di donare dinamismo alla camera e garantire dei giochi d’illuminazione unici. Grazie ad un controsoffitto realizzato ad hoc possiamo trasformare il nostro appartamento in un vero e proprio palcoscenico.

Vediamo qualche esempio di utilizzo ottimale del controsoffitto nell’arredamento, in alcuni selezionati progetti realizzati da Facile Ristrutturare.

 

Ideale negli ambienti open-space, il controsoffitto dà il meglio quando ospita punti luce per illuminare gli angoli cottura, le cucine, living room e soggiorni o, perché no, le camere da letto.

E se è il “bello” che cerchiamo, non c’è motivo per cui il controsoffitto non dovrebbe diventare una scelta d’arredamento anche per i locali commerciali. Qui sotto due esempi in cui viene utilizzato per l’illuminazione di due ristoranti (Napoli e Bologna): un vero cielo stellato!

Vuoi ristrutturare il tuo appartamento? Richiedi subito il tuo preventivo gratuito!

 

Pubblicato il 17 novembre 2017

Leave a Reply

Commenta per primo

avatar
wpDiscuz
Marella

Devi Ristrutturare Casa?