Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Mutuo Mediolanum Riparti Italia

Mutuo Mediolanum: un aiuto per chi vuole ristrutturare casa

Dall’8 settembre la Banca Mediolanum ha lanciato il mutuo “Riparti Italia” rivolto a chi deve ristrutturare la propria casa o rinnovare gli impianti energetici della propria abitazione. Il mutuo Mediolanum infatti consente di ristrutturare la casa a condizioni vantaggiose attraverso un finanziamento ipotecario. Il beneficiario potrà scegliere tra ricevere l’erogazione dell’importo in un’unica soluzione a lavori ultimati, o in diverse rate.

Come funziona il Mutuo Mediolanum Riparti Italia

Il tasso è variabile ed è calcolato attraverso il parametro Euribor 3 mesi a cui va aggiunto uno spread del valore massimo di 2,25 %. La durata del mutuo è a medio-.lungo termine, questo infatti copre dai 10 ai 20 anni. Il limite finanziabile invece è pari al 50% dell’importo della ristrutturazione dell’immobile, questa percentuale può arrivare al 65% se i lavori di ristrutturazione mirano al risparmio energetico.

L’istrutturia per richiedere il Mutuo Mediolanum è dello 0,40% della somma richiesta fino ad un massimo di 600 euro, inoltre la perizia anch’essa necessaria per accedere al finanziamento parte da un minimo di 200 euro. Spese di gestione e Rid sono invece gratuiti.

Una buona iniziativa per far ripartire l’Italia

Il mutuo Mediolanum Riparti Italia dunque farà risparmiare una discreta cifra renderà sicuramente più facile e fattibile, a chi lo vorrà, ristruttturare la propria casa anche in questo periodo di crisi. Inoltre se il beneficiario sceglierà di ristrutturare la propria casa all’insegna dell’impianto energetico potrà beneficiare di sensibili risparmi in futuro e vedrà sicuramente un aumento del valore del proprio immobile rinnovato.

Ma i vantaggi di questa formula non finiscono qua: il Mutuo Mediolanum infatti è un importante incentivo per le ristrutturazioni e i lavori, sostenendo e stimolando così concretamente importanti settori come quelli dell’edilizia e dell’impiantistica, che hanno fortemente risentito della crisi economica.

Pubblicato il 29 dicembre 2013
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni