Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Un ingrediente del tofu renderà i pannelli solari economici?

Il tofu è un ingrediente della cucina orientale e utilizzato anche dai vegetariani come fonte vegetale di proteine. Si presenta come un panetto insapore ed è ricavato dai fagioli della soia. Ma cosa c’entra con i pannelli solari?

Un ricercatore dell’università di Liverpool ha appena pubblicato una ricerca sulla rivista Nature esponendo l’idea di sostituire il cadmio presente nelle celle solari con i sali necessari per la preparazione del tofu. Questo renderebbe i pannelli solari molto più economici perché il cadmio è molto costoso, e non solo questo elemento è anche tossico, nonostante sia fondamentale per questo tipo di tecnoliga.

Il cadmio quindi richiede processi di sicurezza molto controllati per essere trattato e soprattutto ha elevati costi per il suo smaltimento. Sarebbe quindi una soluzione non da poco riuscire a sostituirlo con il cloruro di magnesio, un ingrediente naturale ed economico. Il cloruro di magnesio infatti si estrae dall’acqua marian ed è usato solitamente per produrre tofu, sali da bagno o sghiacciare le strade.

Il cloruro di magnesio infatti oltre ad avere la stessa efficienza del cadmio è molto meno costoso (0,001 centesimi di dollaro al grammo contro i 0.3 del cloruro di cadmio), inoltre non richiede costi particolari per la lavorazione e lo smaltimento.

Jon Major, il ricercatore che ha avuto la brillante idea ha infatti afferamato:

«Se l’energia rinnovabile deve davvero competere con i combustibili fossili, la gran parte dei costi attuali devono essere abbattuti. Grandi passi avanti sono già stati fatti, ma i risultati in questo studio dimostrano che i margini per ulteriori tagli esistono.

Il cloruro di cadmio è tossico e costo: non abbiamo più bisogno di usarlo. Sostituirlo con una sostanza naturale come il cloruro di magnesio potrebbe far risparmiare al settore notevoli risorse economiche e ridurre i costi complessivi della produzione di energia da fonte solare».

Pubblicato il 11 luglio 2014
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni