header progetto singolo

News


Guida alla scelta dei pannelli fotovoltaici

Sempre più famiglie optano per l’installazione di pannelli fotovoltaici nella propria abitazione, per ridurre i consumi della propria casa e aumentarne l’efficienza energetica. I pannelli fotovoltaici ci permettono, infatti, di ridurre drasticamente le bollette attraverso l’autonomia energetica per il fabbisogno domestico di energia, ma anche di ridurre l’inquinamento poiché il sole è una fonte di energia rinnovabile e pulita.

Tuttavia quando si sceglie di installare impianti fotovoltaici sulla propria abitazione non è sempre facile scegliere i pannelli fotovoltaici da installare.

Ecco alcuni consigli per scegliere i pannelli fotovoltaici che fanno meglio al caso vostro.

Come scegliere il produttore dei pannelli fotovoltaici

La casa costruttrice

È sempre opportuno informarsi attentamente sulla casa costruttrice. I pannelli fotovoltaici sono impianti che durano in media 20-30 anni ed è quindi consigliabile rivolgersi ad una ditta consolidata. Se la ditta produttrice dovesse fallire in questo arco di tempo, non troppo breve, vi potreste ritrovare senza assistenza.

Confrontare le diverse offerte

Anche se richiede un po’ di tempo, è preferibile contattare diverse ditte, affrontare più colloqui con differenti installatori e valutare diversi preventivi.

Un buon preventivo deve essere vagliato da una serie di verifiche: dovrà essere indicata la potenza di picco dell’impianto e la stima della produzione energetica annua. Inoltre, dovranno essere riportate le caratteristiche tecniche dei moduli di prestazione e degli inverter, tutte le informazioni per l’installazione dei moduli, con indicazione di eventuali interventi sul tetto e soprattutto la tipologia di garanzia.

Tutti i produttori vi offriranno delle garanzie. Tuttavia, alcuni offrono una garanzia all risk che supplisce ai difetti di produzzione fino a 10 anni e al calo produttivo garantendo una resa di almeno l’80% fino ai 25 anni. Consigliamo di propendere per una ditta che fornisca questo tipo di garanzia.

Prendere in considerazione l’area geografica di produzione

I pannelli solari made in China costano meno, ma spesso non offrono pari prestazioni. Tuttavia, possiamo citare alcune case costruttrici che hanno raggiunto buoni livelli di qualità come Suntech, SunEarth, Trina, Yingli. Bisogna sempre tener conto del tipo di assitenza e delle garanzie che vengono offerte dal produttore, facendo particolare attenzione al lungo periodo.

Come scegliere il tipo di pannello fotovoltaico

Pannelli Fotovoltaici in Silicio Amorfo

I pannelli solari in silicio amorfo sono in grado di trasformare solo il 6/10% dell’energia solare e questo valore può scendere nei primi mesi fino al 20%. Tuttavia, questi pannelli sono quelli che riescono a ottenere il maggior rendimento nelle situazioni con basso irragiamento solare.

Poiché questo tipo di pannelli non necessitano di grandi quantità di silicio per la produzione, ma hanno un rendimento più basso sarà necessario installare più moduli. Se il produttore vi dirà che il costo è inferiore rispetto agli altri pannelli, preoccupatevi sempre di verificare il prezzo in base al numero dei moduli che vi saranno realmente necessari per il vostro fabbisogno energetico.

  • vantaggi: economicità, maggiore resa in condizioni atmosferiche non favorevoli
  • svantaggi: minore resa, necessità di installazione di un numero più alto, necessità di uno spazio maggiore

scelta pannelli fotovoltaici

Pannelli fotovoltaici in silicio Monocristallino

Costi più elevati e rendita maggiore consigliati per chi dispone di un budget considerevole e non dispone di moltissimo spazio. Particolarmente convenienti per chi accede alle agevolazioni fiscali.

Le celle fotovoltaiche monocristalline sono composte, come suggerisce il nome, da un unico cristallo di silicio, che consta in 72 celle.
Questi moduli garantiscono un rendimento elettrico tra il 14% e il 17% e a parità di kWp producono più energia rispetto agli altri pannelli solari, pur richiedendo uno spazio minore di installazione.

Garantendo un rendimento termico invariato per 20-25 anni sono la tipologia di pannelli che conviene di più se si usufruisce delle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico.

  • vantaggi: maggiore efficienza, rendimento invariato durante gli anni, perfetta integrazione architettonica
  • svantaggi: costo superiore agli altri pannelli fotovoltaici, molto sensibili ad i coni d’ombra

fotovoltaico-2

Pannelli Fotovoltaici in silicio Policristallino

Questo tipo di pannello, chiamato anche multicristallino è formato da circa 72 celle dalla colorazione caratteristica blu cangiante.

Il rendimento si aggira tra l’11 e il 14%, che può essere considerato un livello intermedio di rendimento.

Garantiscono un buon livello di stabilità quindi sono convenienti se acquistati attraverso le agevolazioni fiscali.

  • vantaggi: occupano poco spazio, resa discreta, buona conservazione del rendimento, elevate possibilità di integrazione architettonica
  • svantaggi: sensibilità alle zone dombra, produzione molto dispendiosa a livello energetico

pannelli fotovoltaici policristallini

Pannelli Fotovoltaici Film sottile

Consigliati per chi abita in un edificio soggetto a norme di restrizione architettoniche, o semplicemente non vuole elementi esteticamente invasivi sulla propria abitazione.

Sono composti da sottili strati di silicio estremamente adattabile modellabile. Sono disponibili in molte colorazione e perfettamente adattabili a ogni tipo di superficie e forma come ad esempio le tegole.

Hanno un rendimento basso, pari all’8% e richiedono quindi un maggior numero di pannelli.

  • vantaggi: garantiscono un impianto fotovoltaico ad impatto visivo zero, non sono soggetti alle oscillazioni dei prezzi del silicio in quanto ne posseggono una quantità molto bassa
  • svantaggi: rendimento molto basso, necessità di installare più pannelli

pannelli fotovoltaici

Pubblicato il 20 maggio 2014

Leave a Reply

Commenta per primo

avatar
wpDiscuz