Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni continuano nel 2016

Confermate e Prorogate fino al 31 dicembre 2016 le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie al 50% e per i lavori di riqualificazione energetica al 65%.
La proroga degli incentivi infatti era stata inserita nella Legge di Stabilità 2016 approvata dal Consiglio dei ministri.

A differenza di quanto proposto in precedenza, la Legge di Stabilità ha deliberato una proroga di tutti gli incentivi e non una loro stabilizzazione, infatti dal 1 gennaio 2016 le detrazioni di Bonus mobili, Ecobonus e per le ristrutturazioni torneranno al 36%.

Ecobonus 2016: agevolazioni per la riqualificazione energetica

Fino al 31 dicembre 2016 sarà quindi possibile detrarre dall’imposta Irpef il 65% delle spese per lavori di riqualificazione energetica, volti dunque al miglioramento dell’efficienza energetica di un immobile come i lavori di sostituzione di infissi, l’installazione di pannelli solari, il rinnovamento di impianti di riscaldamento, ecc… per un massimo di 100 mila euro.
Le detrazioni saranno distribuite in dieci rate annuali di egual importo.
Ricordiamo inoltre che la detrazione al 65% è applicabile anche a lavori di adeguamento antisismico qualora l’immobile fosse ubicato in zone di rischio sismico 1 o 2.

Inoltre nel 2016 le detrazioni fiscali sono state estese anche agli immobili ex Iacap con uno stanziamento di 170 milioni di euro per far fronte alle spese di manutenzione.

Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie 2016

Per i lavori di semplice ristrutturazione edilizia (manutenzione ordinaria e straordinaria) è stata confermata per tutto il 2016 la detrazione del 50% dell’imposta irpef con un tetto massimo di 96.000 euro

Bonus mobili 2016: la novità per le giovani coppie

Anche il bonus mobili, che permette di detrarre il 50% delle spese per l’acquisto di elettrodomestici di classe uguale o superiore alla A+ (A per i forni) è stato confermato fino al 31 dicembre 2016 con un limite di spesa massimo di 10 mila euro.

Ma la vera novità introdotta dal governo sta nel fatto che per le giovani coppie under 35 il limite di spesa è raddoppiato (20 mila euro) e non è previsto alcun obbligo di ristrutturazione.

Ricordiamo infine che per accedere a tali detrazioni è necessario che i pagamenti siano stati effettuati con bonifici bancari e postali e che nella causale sia inserito codice fiscale del beneficiario delle ristrutturazioni e della detrazione ed infine partita iva o codice fiscale di chi ha effettuato i lavori.

Vuoi approfittare dei bonus fiscali e ristrutturare il tuo appartamento? Calcola il tuo preventivo gratuito e immediato

Puoi trovare maggiori informazioni sulle ristrutturazioni e sugli incentivi fiscali nel nuovo Magazine Facile Ristrutturare, ricevi anche tu la tua copia gratuita in formato ebook! Scarica la tua copia gratuita del magazine

Pubblicato il 23 ottobre 2015
Categoria: News

Lascia un commento


Ordina per:   Più recenti | Più vecchi | Più votati
munnomariangela@gmail.com'
Ospite
mariangela munno
1 anno 1 mese fà

salve,
sono una ragazza di 26 anni e con il mio compagno dobbiamo acquistare i mobili per una casa che affitteremo a dicembre.
possiamo usufruire del bonus mobili o è valido solo per chi acquista una casa?
grazie

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
1 anno 29 giorni fà

Buonasera, il cosiddetto bonus mobili è accessibile solo per chi (proprietario o locatario) realizza opere di ristrutturazione di un immobile.

germanafagiolo@gmail.com'
Ospite
Stefania
1 anno 27 giorni fà

È valido anche per chi ha acquistato una casa in classe A e deve solo arredarla?

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
1 anno 25 giorni fà

Il bonus ristrutturazioni ed il conseguente bonus arredi sono accessibili solo in caso di ristrutturazioni di immobili che non siano di nuova costruzione. E’ possibile inoltre usufruire delle agevolazioni legate agli arredi solo passando attraverso opere di ristrutturazione edilizia.

info@lingamdesign.it'
Ospite
Marco Romano
11 mesi 11 giorni fà

Buongiorno, volevo solo sapere se la detrazione del 50% per ristrutturazione è applicabile solo sulla quota di Irpef o anche sulle altrke voci (inps, ecc…) e quindi se di irpef pago meno di quanto posso detrarre se la parte eccedente si scarica dalle altre voci. Grazie

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
11 mesi 11 giorni fà

Salve Marco, le detrazioni si applicano esclusivamente sul reddito complessivo, e quindi sulla quota Irpef. Eventuali quote eccedenti non sono recuperabili su altre imposte.

info@lingamdesign.it'
Ospite
Marco Romano
11 mesi 11 giorni fà

Ok, grazie, quindi né irap o altre imposte

info@lingamdesign.it'
Ospite
Marco Romano
11 mesi 5 giorni fà

Buonasera, chiedo scusa per l’ignoranza in materia ma volevo chiedere ancora una cosa se possibile: la quota irpef che pago tutti gli anni (da cui dovrei scalare la detrazione del 50% per la ristrutturazione) di fatto viene in gran parte assorbita dalle ritenute d’acconto del 20% essendo io un libero professionista, quindi di fatto viene pagata indirettamente sotto forma di un minor introito. Come faccio quindi a detrarre il 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione? Le fatture di spesa sono state intestate non come libero professionista con partita iva ma come privato. Grazie per l’aiuto

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
10 mesi 29 giorni fà

Secondo le prescrizioni normative, ciascun contribuente ha diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’Irpef dovuta per l’anno in questione, e non è ammesso il rimborso di somme eccedenti l’imposta.

andreawang@libero.it'
Ospite
Andrea
11 mesi 6 giorni fà

Buongiorno,
avendo ereditato l’appartamento di mia madre da poco deceduta, per la ristrutturazione del bagno, della cucina e del cambio tapparelle, posso usufruire delle agevolazioni fiscali?
Grazie.

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
11 mesi 1 ora fà

Sì, le sarà possibile accedere alle detrazioni fiscali a patto che gli interventi da lei indicati includano, come è prevedibile, manutenzioni, sostituzioni o rifacimenti parziali o totali degli impianti domestici.

mim.mo@inwind.it'
Ospite
Mimmo
10 mesi 24 giorni fà

Mi scusi, è vero che per il 2016 i giovani under 35 proprietari di un appartamento anche se single, possono usufruire del bonus arredi anche se non hanno fatto opere di ristrutturazione? La detraibilità del 50% del bonus arredi si applica solo agli elettrodomestici di classe superiore alla A+ o anche tutto l’arredo che si compra , mobili per cucina, sala, bagno, cameretta, eccetera?
Grazie

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
10 mesi 22 giorni fà

Il nuovo bonus arredi estende esclusivamente alle giovani coppie che acquistano una casa da destinare ad abitazione principale la detrazione del 50% sulle spese per acquisti di mobili, effettuati tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2016 per arredare la casa stessa, svincolando, in questo caso, la spesa dall’eventuale ristrutturazione dell’immobile, ma riducendo il tetto di spesa massima su cui è applicabile lo sconto fiscale da 10mila a 8mila euro. Inoltre, la detrazione per le giovani coppie cita solo «i mobili» e non più «mobili ed elettrodomestici».

mardemartis@tiscali.it'
Ospite
Marcello
10 mesi 13 giorni fà

Che significa che non siano di nuova costruzione ? Per avere l’avevo l’azione di quanti anni deve essere l’immobile, per esempio io ho comprato da un privato un appartamento di 2 anni, posso usufruire dell’agevolazione se decido di ristrutturare ?

info@facileristrutturare.it'
Ospite
FacileRistrutturare.it
10 mesi 9 giorni fà

Buongiorno sig. Marcello, la sua gentile domanda è tra le più comuni ed effettivamente la normativa non prevede una risposta univoca in tal senso. Secondo la nostra interpretazione, se l’immobile ha superato i due anni di vita e gli interventi che si intendono realizzare ricadono all’interno della manutenzione straordinaria, ovvero all’interno delle opere elencate all’interno della Guida pubblicata dalla Agenzia delle Entrate, le sarà possibile richiedere le detrazioni fiscali, ovviamente legittimando l’intervento attraverso pratica abilitativa o semplice comunicazione all’ufficio tecnico comunale, a seconda dei casi.

wpDiscuz

Richiedi Informazioni