Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Come scegliere le vernici

Le pareti di una casa rappresentano il fondale di ogni stanza, una sorta di scenografia per ogni ambiente. Per questo motivo se si decide di tinteggiare il proprio appartamento è necessario farlo con molta attenzione, scegliendo con cura la vernice più adatta.

Innanzitutto per tinteggiare in maniera corretta una parete è necessario tenere in considerazione che la vernice non copre buchi, macchie di umidità o di muffa e crepe, dunque è necessario risanare il muro prima di procedere con la tinteggiatura e scegliere le vernici più adatte.

Le idropitture sono tinte a base di acqua adatte sia per pareti interne che esterne. Questo tipo di vernice è traspirante e per questo particolarmente adatta nelle stanze come il bagno o la cucina ovvero dove si crea facilmente umidità. Attraverso la propria azione traspirante infatti le idropitture contrastano la formazione di muffe.

Esiste poi un altro tipo di vernici ad idropittura che non sono molto traspiranti ma hanno il vantaggio di essere facilmente lavabili con un panno umido.

Si trovano in commercio poi altre vernici a base di acqua che hanno proprietà termoisolanti e oltre a trattenere il calore all’interno della stanza evitano la formazione di condense. Questo tipo di pitture è particolarmente indicato per stanze come la camera da letto ed il salone dove è bene conservare il calore.

Le pitture acriliche sono invece molto coprenti e hanno il vantaggio di non dover essere diluite con acqua per poterle stendere. Queste conferiscono un effetto lucido e satinato alla parete, se invece si preferisce un effetto opaco sarà opportuno propendere per gli smalti, vernici pigmentate che possono essere sintetici o ad acqua.

Un’altra tinta in grado di opacizzare le superfici è la pittura alla caseina, una vernice tradizionale che inoltre è anallergica. Questo tipo di tinta è particolarmente adatta per il legno e per le superfici porose e non necessita di base.

Le emulsioni sono anch’esse vernici a base d’acqua e possono essere opache e lucide. Quelle opache si stendono con molta facilità e hanno unìasciugatura veloce, sono facilmente pulibili con un panno che però deve essere asciutto, perché l’acqua tende a scolorirle.

Le emulsioni satinate sono invece più resistenti e sono altamente lavabili per questa proprietà sono molto adatte per le pareti che sono in zone che tendono a sporcarsi con facilità come quelle degli ingressi e dei corridoi.

Ricordiamo infine che in commercio si trovano numerose vernici ecologiche, atossiche e non inquinanti.
È opportuno scegliere questo tipo di vernici sia per ragioni ambientali sia per preservare la nostra salute Le vernici non ecologiche infatti possono contenere agenti nocivi per la salute come il cloruro di metilene che è cancerogeno.

Consigliamo quindi di scegliere sempre vernici in cui è presente la dicitura Zero VOC o basso VOC (dove VOC indica i composti organici volatili) e propendere per vernici naturali, eco o bio.

vernici

Pubblicato il 11 luglio 2014
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni