Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Come scegliere la lavastoviglie

La lavastoviglie è ormai un elettrodomestico fondamentale in tutte le cucine. Tuttavia esistono diversi tipi di lavastoviglie che si differenziano per prestazioni, prezzo, dimensioni e non sempre è facile districarsi in questa giungla, quando si vuole acquistare la lavastoviglie nuova, e fare la scelta giusta. Ecco dunque una semplice guida completa su come scegliere la lavatrice adatta ad ogni esigenza.

Come scegliere la lavastoviglie: i consumi

Iniziamo sfatando un comune falso mito secondo cui l’utilizzo della lavastoviglie porterebbe a maggior consumi di acqua rispetto ai lavaggi a mano. Infatti in media una famiglia lava i piatti dalle 2 alle 3 volte al giorno utilizzando circa 20 litri d’acqua per ogni lavaggio. Una nuova lavastoviglie, a consumi ridotti, in grado di far scendere il consumo di acqua a 15 litri a lavaggio per una capienza di circa 2-3 lavaggi a mano, ovvero coprendo i lavaggi quotidiani di una famiglia.

Quando però si sceglie una lavastoviglie bisogna prestare attenzione anche ai consumi energetici. Per indicare la loro efficienza energetica le lavatrici hanno tre lettere che indicano la clase del consumo, del lavaggio e dell’asciugatura in questo modo:

  • A A A – Consumo A – Lavaggio A – Asciugatura A
  • A A B – Consumo A – Lavaggio A – Asciugatura B
  • B B B – Consumo B – Lavaggio B – Asciugatura B ecc

Le lavatrici con tripla classe A sono quelle con la migliore classe energetica, e spesso in commercio si trovano lavatrici A+AA che significa che hanno un consumo di energia ancora minore.
È sempre preferibile acquistare lavastoviglie dalle alte prestazioni energetiche perché ad esse si associano minor consumi e costi di bollette. Inoltre se queste sono acquistate contestualmente ad una ristrutturazione edilizia è possibile usufruire del bonus mobili al 50%.

 

Come scegliere la lavastoviglie: il tipo di lavastoviglie

Una delle prime scelte da affrontare è quella sul tipo di lavastoviglie ovvero se scegliere una lavastoviglie ad incasso o a libera installazione.
Le lavastoviglie ad incasso possono essere a scomparsa totale o con i lcruscotto in vista, questo tipo di lavastovilgie solitamente vengono acquistate contestualmente al rifacimento di una cucina perché calcolate in fase di progettazione.
Il vantaggio delle lavastoviglie ad incasso è sicuramente in una resa estetica più armonica e in un risparmio di spazio, tuttavia questo tipo di lavastoviglie a parità di caratteristiche e di consumi sono più costose di quelle a libera installazione.
Le lavastoviglie a libera installazione sono invece quindi più versatili nel loro posizionamento e a parità di caratteristiche meno costose.

lavastoviglie

Come scegliere la lavastoviglie: le dimensioni

Le dimensioni di una lavastoviglie devono certo essere studiate in base agli spazi della propria cucina, ma anche e soprattutto dai componenti della famiglia e dalla quantità di stoviglie che vengono sporcate quotidianamente.
Possiamo dividere le lavastoviglie tre due macro categorie:

  • Le lavastoviglie compatte che sono solitamente delle dimensioni di un microonde e possono essere appoggiate anche su un piano lavoro sono consigliabili per chi affitta una proprietà, per chi vive solo o in coppia e spesso mangia fuori (ad esempio a pranzo), per i caravan e le mobil home. Queste lavastoviglie lavano dai 4 ai 6 coperti
  • Le lavastoviglie strette che non superano i 45 cm sono consigliabili per le coppie senza bambini o piccoli nuclei familiari. Queste lavastoviglie lavano dai 6 agli 8 coperti
  • Le lavastoviglie classiche misurano circa fino a 60 centimetri e sono adatte a tutti i tipi di famiglie. Queste lavastoviglie lavano tra i 9 e i 12 coperti

lavastoviglie

Come scegliere la lavastoviglie: il rumore

Ogni lavastoviglie ha indicato il livello di rumore che essa emette nel ciclo di lavaggio. Questo fattore, spesso non preso in considerazione, è invece molto importante perché la lavastoviglie viene frequentemente messa in azione durante la notte o quando si abita la cucina, magari guardando la televisione.
I rumori vengono indicati in decibel:

  • una lavastoviglie 30dB è una lavastoviglie praticamente siliezniosa
  • una lavastoviglie 40dB produce un leggerissimo rumore di fondo simile a quello del frigorifero
  • una lavastoviglie 50 dB produce un rumore di fondo distinguibile ma non fastidioso
  • una lavastoviglie a 60dB in alcune fasi di lavaggio produce un rumore di fondo piuttosto discreto che comunque può permettere la conversazione
  • una lavastoviglie 70dB è abbastanza rumorosa ed emette un rumore simile a quello del phon.

lavastoviglie

Come scegliere la lavastoviglie: le caratteristiche della migliore lavastoviglie

Se volete acquistare la migliore lavastoviglie sul mercato in fatto di caratteristiche assicuratevi che:

  • abbia sensori elettronici in grado di programmare automaticamente il secondo carico
  • abbia almeno 10 programmi di lavaggio
  • sia di classe A+AA
  • sia fornita di dispostivo di partenza ritardata
  • abbia sistemi di sicurezza per evitare surriscaldamenti e perdite
  • sia poco rumorosa
Pubblicato il 14 aprile 2015
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni