header progetto singolo

News


Come realizzare una cabina armadio, anche senza spendere troppo

Spesso la cabina armadio viene associata a un appartamento di lusso o comunque di grandi dimensioni. Niente di più sbagliato! Per avere una cabina armadio nella propria abitazione non servono 200mq, ma basta solo riuscire a organizzare bene gli spazi a disposizione. La caratteristica che distingue una cabina armadio rispetto a un più tipico armadio è la possibilità di potersi vestire al suo interno. Ma oggi sono molte le soluzioni che si avvicinano a essere una cabina armadio senza questa possibilità.

Vediamo di chiarire meglio. Una cabina armadio intesa come ambiente in cui organizzare i vestiti e in cui entrare per poterli indossare deve avere come profondità minima 120 cm e come lunghezza tra i 200 e i 250 cm. Se le pareti attrezzate sono più di 1 si può procedere con una disposizione a U, che solitamente richiede come dimensioni minime 160 cm di profondità e 200 cm di lunghezza o con una disposizione a L, con dimensioni minime pari a 130 cm di profondità e 150 cm di lunghezza.

Esistono poi delle soluzioni che vengono definite cabine armadio anche se non hanno una profondità tale da poterci entrare dentro, ma si distinguono comunque dall’armadio per la totale assenza delle classiche ante (sostituite spesso da pannelli o tende).

Dove posizionare la cabina armadio?

Di solito la cabina armadio si trova in camera da letto (anche se non mancano appartamento in cui la troviamo nel soggiorno). Se la camera da letto è rettangolare, il consiglio è quello di sfruttare la parete più corta e piazzare la cabina armadio davanti al letto, proprio come si farebbe con un normale armadio (tendendo sempre presente le misure indicate in precedenza).

Se la camera da letto è quadrata, si consiglia di posizionare la cabina armadio in uno degli angoli, per poi riempire gli spazi vuoti con altri complementi d’arredo.

Se, invece, la stanza è stretta ma lunga una buona soluzione è quella di posizionare la cabina armadio su uno dei fianchi del letto. Se lo spazio lo consente, un’idea originale potrebbe essere quella di posizionarla dietro la testiera del letto.

La struttura interna

La struttura interna di una cabina armadio può essere realizzata in diversi modi, a seconda del budget e del gusto personali. Si può pensare, ad esempio, di realizzare una controparete che sorregge gli elementi sospesi oppure creare un sistema di agganci dentro la parete, attraverso l’utilizzo di mensole. La seconda soluzione è sicuramente quella più economica.

Quanto contano le ante

Come abbiamo detto, si può parlare di cabina armadio anche quando si trova incastrata in un piccolo spazio e chiusa da una semplice tenda o un semplice pannello. Ovviamente, la chiusura della cabina armadio fornisce un aspetto piuttosto che un altro alla camera.

Per essere originali, senza spendere troppo, si potrebbe ad esempio ricorrere alle tende scorrevoli con trame più o meno semplici e colori che si abbinano allo stile scelto per il resto della stanza.

L’illuminazione

Anche per l’illuminazione, infine, bisogna fare i conti con lo spazio e il budget a disposizione. Se si sta facendo un lavoro più complesso, come una ristrutturazione, si può optare per l’installazione di più punti luce con accensione dall’esterno. Nel caso in cui abbiamo poco spazio a disposizione e non stiamo ristrutturando l’appartamento, possiamo scegliere una lampada poco ingombrante e a basso consumo.

Pubblicato il 03 marzo 2017

Leave a Reply

Commenta per primo

avatar
wpDiscuz
Marella

Devi Ristrutturare Casa?