Consigli

Idee per ristrutturare

A CASA CON STILE: Green e Ecosostenibilità

A CASA CON STILE: Green e Ecosostenibilità

paola-marella

 

 

Pedro Calderon de la Barca diceva che “il verde è il colore principale del mondo, ciò da cui nasce la sua bellezza”. Purtroppo, negli anni, il nostro pianeta ha perso milioni e milioni di ettari di foreste, il verde è diminuito a favore delle città e l’abuso umano dei combustibili fossili ha condotto al surriscaldamento globale. L’unico modo per rimediare è intraprendere uno stile di vita “green” anche in casa.

Dal “cappotto” esterno dell’edificio per limitare le dispersioni di calore alle pareti ventilate, dai giardini verticali alle finestre di nuova generazione passando per i pannelli fotovoltaici: sono molte le soluzioni adottate per risparmiare denaro, risorse e per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. Nell’articolo di oggi, però, ci concentreremo sui piccoli accorgimenti semplici ed efficaci da poter apportare in casa tutti i giorni o durante una ristrutturazione parziale per migliorare la qualità della vita.

 

soluzioni per una casa ecosostenibile

Rivestimenti naturali: tra vernici ecologiche e parquet di bambù

Iniziamo dai rivestimenti naturali. Favorire la scelta di materiali o tinte che limitino al massimo l’utilizzo di prodotti chimici ad alto impatto ambientale è una scelta basilare. Tra le scelte più green vi sono la terra cruda, l’argilla, la calce, le vernici biologiche e ecologiche oltre che, ovviamente, il legno. Essendo un materiale naturale, quest’ultimo non inquina ed ha il vantaggio di trattenere il calore regolando l’umidità.

Il parquet, sempre più richiesto all’interno delle case degli italiani, è oggi disponibile anche in nuove versioni biocompatibili ottenute dal bambù e dal sughero, materiali anallergici e molto resistenti all’acqua. È importante sapere che la produzione del legno non proviene per forza dall’abbattimento di foreste ma che può essere recuperato da fonti come barche, alberi caduti naturalmente, vecchie case o ad esempio capannoni abbandonati a cui si vuole donare nuova vita. Al contrario, in caso aveste la fortuna di avere una casa con pareti in pietra o mattoni a vista, non li ricoprite: valorizzateli con la giusta luce e i giusti arredi, non ve ne pentirete! A livello di vernici per mobili e pareti, infine, è importante controllare che siano sempre a base d’acqua e prive di VOC e di formaldeide.

 

rivestimenti pareti naturali

La vera Casa Green è arredata con prodotti recuperati

Il secondo consiglio che vi do è quello di “recuperare”. Prima di liberarvi di un mobile, chiedetevi se può essergli data una seconda vita con un piccolo intervento di restauro. La vera casa green è quella arredata con prodotti recuperati o riciclati (perfetti per legarsi anche allo stile Vintage, oggi molto in voga). Scegliete mobili a basso impatto ambientale, come quelli provenienti da fonti rinnovabili magari ottenuti con processi di produzione non inquinanti.

Sebbene possa sembrare una contraddizione, al loro fianco, dovrete valutare di installare un impianto domotico di ultima generazione. La tecnologia infatti gioca un ruolo fondamentale per avere il controllo di ogni dispositivo energetico ed evitare gli sprechi. La domotica permette di centralizzare il controllo di illuminazione, climatizzazione, riscaldamento, allarmi, sicurezza e irrigazione. Quest’ultimo punto è molto importante, infatti, la casa green, presuppone un arredamento con piante di ogni tipo.

In balcone, giardino, ma anche all’interno di casa: le piante, oltre a ridurre l’inquinamento domestico e l’elettricità statica, aiutano anche a combattere lo stress. Fungendo da purificatrici dell’aria, la loro presenza consente di eliminare diversi tipi di agenti chimici dannosi per l’uomo e per l’ambiente. Volete poi mettere il gusto e la soddisfazione di poter coltivare a casa propria spezie, frutta o verdura senza doverla comprare altrove?

 

casa green

Pubblicato il 01 Marzo 2019