Reimposta password

header_image
Your search results

NEWS


Bonus Mobili 2016: ordinario e per giovani coppie

Per tutto il 2016 saranno disponibili due bonus che riguardano l’acquisto di mobili:

  • Bonus Mobili per coloro che devono arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.
  • Bonus Mobili per giovani coppie che devono arredare la prima casa di proprietà.

bonus_mobili_2016

BONUS MOBILI

La legge di stabilità 2016 ha prorogato la detrazione del 50% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di:

mobili nuovi

grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

Ad esempio rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

A prescindere dalla somma spesa per i lavori di ristrutturazione, la detrazione va calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro e ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

 

COME OTTENERE LA DETRAZIONE

La detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Unico persone fisiche).

Per avere l’agevolazione è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia e usufruire della relativa detrazione, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali. Occorre, inoltre, che le spese per questi interventi di recupero edilizio siano sostenute a partire dal 26 giugno 2012. La detrazione spetta anche quando i beni acquistati sono destinati ad arredare un ambiente diverso dello stesso immobile oggetto di intervento edilizio.

Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione sia precedente a quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

La data di avvio dei lavori può essere dimostrata, per esempio, da eventuali abilitazioni amministrative o dalla comunicazione preventiva all’Asl, se è obbligatoria. Per gli interventi che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi, è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

 

INTERVENTI EDILIZI NECESSARI PER LA DETRAZIONE

  • manutenzione ordinaria solo su parti comuni di edifici residenziali.
  • manutenzione straordinaria su parti comuni di edifici residenziali o su singole unità immobiliari residenziali.
  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza.
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile.

Attenzione! I lavori di manutenzione ordinaria su singoli appartamenti (per esempio, tinteggiatura di pareti e soffitti, sostituzione di pavimenti, sostituzione di infissi esterni, rifacimento di intonaci interni) non danno diritto al bonus.

 

PAGAMENTI E DOCUMENTAZIONE

Per ottenere la detrazione occorre effettuare i pagamenti con bonifico bancario o postale “parlante” o carta di debito o credito. Se il pagamento è disposto con bonifico bancario o postale, non è necessario utilizzare quello appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia (soggetto a ritenuta). Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.

I documenti che devono essere conservati sono:

  1. ricevuta del bonifico
  2. ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito)
  3. documentazione di addebito sul conto corrente
  4. fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti

bonus-mobili-per-giovani-coppie

 

BONUS MOBILI PER GIOVANI COPPIE

Fino al 31 dicembre 2016 è disponibile inoltre un nuovo bonus fiscale del 50 % per le giovani coppie che sostengono spese per l’acquisto di mobili (non di elettrodomestici) destinati ad arredare la prima casa di proprietà.

L’agevolazione spetta a giovani coppie:

– costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni;

– in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni d’età;

acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale.

La destinazione ad abitazione principale deve avvenire nel 2016 o entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi Unico PF 2017 (per gli immobili acquistati nel 2016).

La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro e non è cumulabile né con la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, né con il bonus mobili ordinario (per l’arredo della medesima unità abitativa). Al contrario è possibile beneficiare di entrambe le agevolazioni sugli arredi, nel rispetto delle relative prescrizioni, se i mobili acquistati sono destinati all’arredo di unità abitative diverse.

Le modalità di pagamento e i documenti necessari per fruire della detrazione sono gli stessi del Bonus Arredi ordinario.

 

Vuoi ristrutturare il tuo appartamento approfittando degli incentivi fiscali? Calcola il tuo preventivo gratuito e immediato

Per informazioni sui bonus fiscali per le ristrutturazioni leggi il nostro articolo: Guida alle Agevolazioni Fiscali

LINK UTILI

Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a leggere le guide ufficiali dell’Agenzia delle Entrate:

Pubblicato il 12 maggio 2016
Categoria: News

Lascia un commento


wpDiscuz

Richiedi Informazioni